Infiammazione agli occhi

La congiuntivite è tra le malattie agli occhi più frequenti: spesso, i più colpiti sono soprattutto i bambini. Questa però è solo una forma di infiammazione agli occhi, poiché l’occhio è composto da diversi parti che si possono appunto infiammare. A seconda della parte dell’occhio che si infiamma, si distinguono diverse forme di infiammazione agli occhi. La cause di questo fastidioso problema agli occhi sono di solito virus e batteri, ma anche allergie o malattie come i reumatismi.

Infiammazione agli occhi: sintomi

I sintomi dell’infiammazione agli occhi sono simili a quelli degli occhi secchi. Tra i sintomi, ritroviamo:

  • Arrossamento degli occhi
  • Prurito
  • Bruciore
  • Sensazione di corpo estraneo
  • Flusso lacrimale aumentato
  • Gonfiore della congiuntiva
  • Piccole protrusioni della congiuntiva (follicoli) (soprattutto in caso di congiuntivite virale o batterica)
  • Sensibilità alla luce

Possibili cause di infiammazione agli occhi

  • Virus, batteri, funghi
  • Occhi secchi (link: nuova pagina «Occhio secco»)
  • Corpo estraneo nell’occhio
  • Lenti a contatto sporche o danneggiate
  • Allergie (ad es. raffreddore da fieno, peli di animali)
  • Malattie (ad es. reumatismi)

 

Le infiammazioni agli occhi possono avere svariate cause ma chiaramente batteri, virus e funghi rappresentano i fattori scatenanti principali. Ogni giorno i nostri occhi sono esposti a questi agenti patogeni e a stimoli ambientali. Se le difese degli occhi sono sovraccariche allora virus e batteri vincono la partita: ecco che sviluppiamo un’infiammazione agli occhi. Al contrario di una congiuntivite che si sviluppa a causa di una reazione allergica, la congiuntivite infettiva è contagiosa.

In particolare, gli occhi secchi hanno la tendenza a contrarre infezioni oculari. Questo dipende dal fatto che in caso di occhi secchi il film lacrimale è alterato. Di conseguenza, le difese immunitarie dell’occhio non funzionano pienamente. Ne consegue che gli agenti patogeni finiscono più facilmente negli occhi causando fastidiose infiammazioni.

Oltre a virus, batteri e occhi secchi, anche reazioni allergiche ad esempio ad acari della polvere, pollini o peli di animali, possono scatenare un’infiammazione agli occhi. Anche gli stimoli ambientali, come correnti d’aria, luce solare o particelle di polvere, rappresentano possibili cause di infiammazioni agli occhi. In aggiunta, anche gli stimoli meccanici come ad esempio un ciglio o altri corpi estranei nell’occhio possono provocare un’infiammazione.

Le infiammazioni possono interessare diverse parti dell’occhio. Le più frequenti sono le seguenti.

Palpebre infiammate

 

Nelle palpebre, i batteri della pelle si diffondono particolarmente in fretta provocando così non di rado infiammazioni dolorose delle palpebre. Chi si strofina costantemente gli occhi, ad esempio a causa di particelle di polvere o pollini, permette ai batteri di arrivare più facilmente nella relativa zona degli occhi e lì di diffondersi. Se le palpebre sono infiammate, spesso si verifica un arrossamento o un gonfiore della palpebra.

Notate un nodulo doloroso e arrossato sulla palpebra? Allora è probabile che si tratti di un cosiddetto orzaiolo. Un orzaiolo è un’infiammazione batterica della palpebra, o delle ghiandole palpebrali. Anche il calazio fa parte delle infiammazioni del bordo palpebrale. Il calazio si verifica a seguito di un’occlusione della ghiandola di Meibomio.

Grazie a una cura regolare e corretta del bordo palpebrale potete prevenire problemi agli occhi quali palpebre infiammate, orzaiolo e calazio, o quantomeno contribuire a lenirne i sintomi.

Congiuntiva infiammata (congiuntivite)

 

La forma più frequente di infiammazione agli occhi è la congiuntivite. Soprattutto, la congiuntivite è la più frequente in ambito delle infiammazioni agli occhi di origine batterica. La congiuntiva però può infiammarsi anche a causa di virus, germi o allergie. Anche stimoli esterni come cloro o polvere possono causare una congiuntivite.

Di solito, l’infiammazione della congiuntiva si manifesta con occhi arrossati e lacrimanti. Inoltre, gli occhi possono risultare purulenti e appiccicosi. Se la congiuntivite è causata da adenovirus, si parla di cheratocongiuntivite. Il quadro clinico si presenta in modo caratteristico con sintomi simil-influenzali quali febbre, mal di testa e dolori articolari.

Iride infiammata

 

L’iride è quella parte degli occhi che ne determina il colore. Le persone colpite da una infiammazione dell’iride (uveite anteriore) soffrono soprattutto di dolori ottusi nella zona degli occhi e della fronte. Proprio come per la congiuntivite, anche l’iride può infiammarsi a causa di virus e batteri.

Infiammazione della tonaca esterna

 

La tonaca esterna dell’occhio è costituita da cornea e sclera. Entrambe possono infiammarsi. L’infiammazione della cornea (cheratite) è causata di solito da batteri; virus e funghi sono fattori scatenanti estremamente rari di una cheratite. In particolare, i portatori di lenti a contatto sono a rischio di sviluppare una cheratite. L’iinfiammazione della sclera (sclerite) è di solito limitata a una piccola parte della sclera. Questa infiammazione è spesso causata dallo stress e si manifesta con l’arrossamento degli occhi. 

Trattamento dell’infiammazione agli occhi: cosa si può fare?

Gocce umettanti oppure pomate aiutano a rigenerare gli occhi. Se avete gli occhi infiammati, Similasan Occhi infiammati vi può aiutare. Anche le compresse possono contribuire a lenire i fastidi di un’infiammazione agli occhi.

Se possibile, rinunciate alle lenti a contatto e al make-up nella zona degli occhi per non irritarli ulteriormente.

Similasan sconsiglia risciacqui o impacchi a base di camomilla per prevenire eventuali reazioni allergiche. Inoltre, un filo sottile dei fiori di camomilla potrebbe irritare ulteriormente gli occhi.